Studentati, micro living, co-living e case per la terza età rappresentano le nuove frontiere del residenziale

di Paola Dezza (FONTE: IL SOLE 24 ORE)

La casa come investimento redditizio per un investitore istituzionale. È una formula più che diffusa all’estero, ma che in Italia fino ad oggi stenta a decollare. Negli ultimi tempi gli investitori internazionali stanno puntando sul residenziale attraverso formule ibride che vanno dagli studentati alle residenze per anziani fino alle soluzioni di microliving, appartamenti che vengono affittati per tempi brevi a chi si sposta per motivi di lavoro. È per questo che l’advisor JLL ha deciso di creare una divisione ad hoc dedicata a questa nuova tipologia di clienti. E ha pubblicato un rapporto che fa un quadro molto dettagliato del settore in Italia.

“Si stanno creando nuove formule dell’abitare – dice Antonio Fuoco, Head of Living Capital Markets presso JLL Italia – che costituiranno una nuova asset class di investimento adatta a grandi investitori che arrivano in primis da Francia e Germania”. JLL ha avuto richieste di assistenza da soggetti esteri e ha quindi deciso di creare una divisione che sia di supporto alle scelte degli investitori, che per il momento scelgono ancora Milano come prima location dove acquistare immobili in Italia. (leggi di più sul sito IL SOLE 24 ORE)